Graz: guida turistica Graz. Informazioni storiche, geografiche e turistiche Graz.

Graz

Sei qui: Home :: Austria :: Graz :: Graz


Scheda e Informazioni su GRAZ

Graz: guida turistica Graz. Informazioni storiche, geografiche e turistiche Graz

Città (239.990 ab. nel 1998) dell'Austria, capoluogo della Stiria, la seconda del Paese per numero di abitanti dopo Vienna, situata a 375 m sul fiume Mur, attorno alla collina dello Schlossberg.

Importante centro commerciale nel secolo scorso , quando fu collegata per ferrovia con Vienna e con Trieste, è oggi sede di numerose industrie che, sviluppatesi grazie alla vicinanza dei giacimenti di lignite di Köflach e di quelli di minerali di ferro dell'Erzberg, sono attive nei settori siderurgico, meccanico, chimico, tessile, conciario, del vetro, del legno, grafico-editoriale e alimentare. Frequentata stazione climatica e turistica, Graz è infine un notevole centro culturale, con un'università, fondata nel 1585, un politecnico e numerosi musei, teatri e biblioteche. Aeroporto.

Sviluppatasi attorno al castello dello Schlossberg, acquistò importanza nel sec. XII come mercato dei prodotti provenienti dall'Oriente e dall'Italia, attraverso Trieste. Elevata a città nel 1240 e poi capitale della Stiria, dal 1379 fu sede del ramo leopoldino degli Asburgo. Venne fortificata e respinse gli attacchi degli Ungari (1481) e dei Turchi (1529-32). Nella prima metà del sec. XIX si sviluppò come grande centro commerciale.

Graz godette grande prosperità nel Quattrocento, sotto Federico III, e nei due secoli successivi, come centro dell'architettura rinascimentale e barocca; in seguito, pur perdendo la sua preminenza, restò un notevole centro dell'architettura rococò, neoclassica e biedermeier. Delle fortificazioni rimangono solo due torri del Cinquecento sullo Schlossberg.

Il duomo è un notevole esempio di stile gotico austriaco della metà del Quattrocento. La Leechkirche (del 1300 ca., ma rimaneggiata) riflette lo stile gotico francese.

Numerosi sono gli edifici religiosi dei sec. XVI e XVII: si ricordano la Mariahilfekirche (1607-11) e il mausoleo di Ferdinando II (1614-48), entrambe opere di P. de Pomis; S. Andrea (1616-27); il Johanneum (1665-74); il palazzo arcivescovile (del Duecento ma rifatto nel 1781-82). Tra gli edifici civili, notevoli la Landhaus (sec. XVI), l'arsenale (1642-48), il castello imperiale, demolito in gran parte nell'Ottocento, di cui resta tuttavia l'ala di Carlo II (1570-71).


Interessanti