Salisburgo: guida turistica Salisburgo. Informazioni storiche, geografiche e turistiche Salisburgo.

Salisburgo

Sei qui: Home :: Austria :: Salisburgo :: Salisburgo


Scheda e Informazioni su SALISBURGO

Salisburgo: guida turistica Salisburgo. Informazioni storiche, geografiche e turistiche Salisburgo

Città (144.692 ab. nel 1998) dell'Austria, capoluogo dello Stato federato omonimo,  presso il confine con la Germania. È situata a 424 m sul fiume Salzach, affluente dell'Inn, tra i rilievi collinari del Kapuzinerberg, del Mönchsberg e del Rainberg.



Il nucleo più antico della città si raccoglie tra la riva sinistra del fiume e il pendio settentrionale del Mönchsberg; quello più moderno si estende sulla destra del Salzach e si appoggia al Kapuzinerberg, allungandosi lungo le principali vie di comunicazione.

Importante nodo stradale e ferroviario, ha una vivace attività commerciale ma è soprattutto una città d'arte e di cultura, con un festival musicale fra i più importanti del mondo e con varie istituzioni legate al nome di Mozart, cui diede i natali; è sede anche di un'università e di numerosi istituti di ricerca, musei e biblioteche.

Questa funzione culturale ha determinato, unitamente alle attrattive artistiche della città, un notevole sviluppo turistico, tanto che Salisburgo  supera il milione e mezzo di pernottamenti annui. Fiorente è anche il settore industriale: Salisburgo  è infatti sede di complessi alimentari, meccanici, elettrotecnici, chimici, del legno, dell'abbigliamento e delle ceramiche. Aeroporto internazionale a Maxglan.



Municipium romano con il nome di Iuvavum, fu sede di monaci già nel sec. V e San Ruperto, avutala in dono dai duchi di Baviera (695), ne fece un centro di evangelizzazione. Vescovato dal 739, prese il nome di Salzburg dalle locali saline avute in dono e fu poi eretta ad arcivescovato (798) con compiti missionari nei confronti degli Avari, coprendo un territorio molto vasto e arricchita di benefici (proventi di miniere d'oro e d'argento, rame e marmo; alcune attive ancora in età contemporanea).

La città ebbe parte rilevante nella lotta per le investiture, con la dotazione della fortezza di Hohensalzburg, e fu al centro di aspre contese tra gli arcivescovi, i nobili, i borghesi e i contadini; ambito e disputato ne fu il titolo arcivescovile, specie dopo l'unificazione con quello di principe dell'Impero (1278).

Le cure politiche nei sec. XVI-XVII, la fioritura artistica e culturale distrassero spesso gli arcivescovi dai problemi della Chiesa cattolica; la Riforma, da essi energicamente ostacolata, si diffuse però nelle vallate, fino alla drastica espulsione di 30.000 protestanti (1731). Secolarizzato nel 1802, il vescovato passò agli Asburgo per diventare provincia austriaca nel 1849. Salisburgo  fu centro di ripresa culturale cattolica, con la fondazione dell'Universitätenverein (1884), soppresso poi da Hitler. Dal 1918 Salisburgo  è capoluogo dell'omonimo Stato federato della Repubblica austriaca. La popolazione della regione votò nel 1921 per l'Anschluss con la Germania, provocando reazioni specialmente in Francia.

Dell'antica Iuvavum restano tracce di edifici pubblici e culturali, epigrafi e mosaici provenienti da ville dei dintorni. Salisburgo  presenta grande interesse artistico, soprattutto nella parte più vecchia che si estende fra il Salzach e le colline, aprendosi in pittoresche strade e piazze con fontane e case caratteristiche, in un predominante stile barocco.


Interessanti